Nel 1971, al rientro dal tour americano per la promozione di The Man Who Sold The WorldDavid Bowie registrò due canzoni assieme alla band che lo accompagnava all’epoca, vale a dire Mick Ronson (chitarra), Trevor Bolder (basso) e Mick Woodmansey (Batteria), con l’aggiunta di un chitarrista di nome Mark Carr Prichard.  I due brani erano Moonage Daydream e Hang Onto Yourself, che in seguito verranno rielaborate ed inserite nell’album The Rise and Fall of Ziggy Stardust and The Spiders From Mars.
Bob Grace, principale manager della casa discografica Chrysalis, propose a Bowie (che acconsentì) di pubblicarle su un 45 giri per recuperare le spese di registrazione e, per aggirare il contratto con la Mercury a cui era legato il nome di David Bowie, venne inventato una gruppo chiamato The Arnold Corns (in omaggio a Arnold Layne, un brano dei Pink Floyd che Bowie amava particolarmente).
Il singolo uscì a maggio col marchio della B&C Records e alla voce “cantante” venne accreditato un certo Rudi Valentin. Ovviamente la voce era quella di David Bowie ma quest’ultimo, forse preoccupato di incorrere in sanzioni a causa del contratto in corso, aveva deciso di apparire solamente come autore delle canzoni fingendo di non aver nemmeno partecipato alle session.
Rudi Valentin, però, esisteva per davvero. Si trattava di Freddie Burretti, un disegnatore di moda che Bowie conobbe al Sombrero (il locale gay più alla moda della Londra di quel tempo) e che divenne famoso per aver disegnato molti degli abiti indossati da David e sua moglie Angela.
In un impeto warholiano, Bowie presentò Burretti come voce solista del gruppo sebbene non avesse nemmeno presenziato alle registrazioni e, qualche mese più tardi, cercò di dare un seguito a The Arnold Corns, producendo un secondo singolo (Looking for a Friend / Man in the Middle) con Rudi Valentin/Burretti efettivamente alla voce. Il disco però non vide mai la luce.
Dal momento che David Bowie stava diventando una delle più importanti vedette della musica pop (con coseguente poco tempo da dedicare a un progetto come questo), Bob Grace cercò di sfuttare il momento per pubblicare i due brani nuovi in altrettanti 45 giri. Nel 1972 fece uscire  Man in The Mirror (B Side: Hang Onto Yourself) mentre Looking for a Friends rimase inedito fino al 1984 quando la Krazy Kat Records ottenne la liberatoria per pubblicarla, assieme a Man in the Middle, in un 45 giri come quello pensato in origine.

La canzone nella versione del 45 di The Arnold Corns:

E qui quella che Bowie inserì su Ziggy Stardust: