Etichetta: Ribbon Music
Tracce: 12 – Durata: 36:39
Genere: Alt Folk
Voto: 7/10

Thao & the Get Down Stay Down è una band di San Francisco, guidata dalla cantante chitarrista Thao Nguyen, dedita a un Folk piuttosto curioso che, con il nuovo (quinto) album intitolato We The Common, arriva al concepimento di un lavoro piuttosto complesso nel quale riesce a mettere in campo una buona dose di ironia, elemento fondamentale per affrontare alcuni temi sociali, altrimenti passabili per sterili o risaputi. Una scelta produttiva piuttosto accattivante, poi, rende le dodici tracce dell’album particolarmente orecchiabili, talmente da farci spesso passare sopra a qualche ingenuità hipster-per-forza che trapela qui e là. I temi trattati gravitano attorno ad una serie di meditazioni su creatività e arte cercando di trovare il punto di appoggio sull’individuo e la comunità a cui appartiene, sviscerando una bizzarra indecisione tra irrequietezza e consapevolezza di sé. Il tutto è servito su una base principalmente acustica, con dedali ritmici che coinvolgono banjo, ukulele, vibrafono, corno e chitarre in un appassionate sovraffollamento che però riesce quasi sempre a sembrare esile e snello a favore della leggerezza di fruizione.
Se pensate che Thao è riuscita perfino nell’improbabile compito di tenere nei ranghi un’ospite tracotante come Johanna Newsom, relegata a un duetto vocale (Kindness Be Conceived), apparirà immediatamente chiaro che l’obiettivo principale dell’album è l’immediatezza.
Se volgliamo affrontare i difetti, invece, possiamo dire che quello più evidente si trova nella poca versatilità vocale di Nguyen (una specie di mix tra Kazu Makino e Joan Wasser) che tende a rendere l’album un po’ monocromatico, con particolare penalità per i brani meno ritmati dove la sua voce sembra addirittura inadeguata (ed è un peccato perché l’arrangiamento di Clouds For Brains, per dirne una sola, è da pelle d’oca).
Ad ogni modo si apprezza la qualità di certe soluzioni armoniche, frutto di esperienza fatta on the road che mettono quasi sempre in risalto un livello pregevole di scrittura. Certo, non si può fermare tutto qui e il passo successivo dovrà essere fatto in favore della ricerca vocale. Basterebbe ascoltare qualche disco dei Cake.

.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=35ForwE2zEo%5D

Annunci