A maggio ho perso un amico, Massimiliano. Era uno di quelli importanti. E sebbene la vita (mia e sua) ci abbia spesso tenuti lontani, avevamo trovato il modo per mantenere il nostro rapporto saldo. L’idea che non ci sia più, ogni tanto mi sorprende ancora. Mi capita qualche volta di trovare cose, in giro per casa, e di pensare “questa la devo mostrare a Massimiliano…”. Per quanto doloroso, sono contento di realizzare che sarà lui a lasciarmi il legame più forte con un anno che, per il resto, non lascerà un gran segno. 
Nel mio costante bisogno di certezze e stabilità, un periodo di calma e serenità domestica viene sempre accolto con letizia e il 2013, in un certo senso, rappresenta proprio quello. Non che me ne sia rimasto lì con le mani in mano a guardare il tempo passare, certo, ma gli eventi lo hanno fatto diventare, suo malgrado, il classico anno di transizione.

Ciò nonostante ho avuto un paio di momenti di soddisfazione:
A marzo, dopo aver rilasciato una buffa intervista a Il Fatto Quotidiano, ho ricevuto un’enormità di riscontri, tutti talmente positivi da commuovermi. Fard Rock, per esempio, in quei giorni ha raggiunto un impressionante record di accessi e, da allora, le visite quotidiane si sono ulteriormente incrementate.

Ad aprile ho prodotto in prima persona un singolo di Peluqueria Hernandez che è uscito in tiratura limitata su 45giri in vinile in occasione del Record Store Day. Il disco, con la partecipazione di Mr. Mauro Ottolini al trombone, è piaciuto un po’ a tutti e dopo l’estate è stata addirittura fatta una (piccola) ristampa per rifocillare le scorte per le vendite ai concerti. Tra maggio e agosto, infatti, abbiamo fatto alcune date tra le più belle della nostra storia ed abbiamo anche aggiunto un peluquero trombettista alla già ben nutrita famigliola che eravamo. Abbiamo un bel po’ di materiale nuovo e tanta voglia di registrarlo per farne un disco. Ce ne stiamo occupando e ve ne parlerò quando ci sarà qualcosa di più concreto. Poi ci sarebbero anche altre cose fighissime che riguardano la band ma… per il momento non mi è permesso di svelare alcunché. L’unica cosa che posso dirvi è che dopo l’estate arriverà con certezza il film “Peluqueria Hernandez”, mediometraggio/musicarello nella quale vedrete la band alle prese con orecchi, pesci siluro, savana, zanzare, motorini e uno sgangherato camper. (qui un teaser).

Per il resto ho cominciato a lavorare a parecchi altri progetti ma, nonostante l’intenzione iniziale fosse quella di portarli a compimento entro l’anno, a un certo punto ho capito che, non per mia responsabilità, non sarebbe successo. Così ho finito col chiudere alcune porte, stando attento a non sbatterne nessuna, per ritrovarmi coi consueti portoni che si spalancano a dimostrazione che, certe volte, fermarsi ed ascoltarsi porta buoni frutti. I miei (frutti), dunque, arriveranno nel 2014 e state certi che non li raccoglierò finché non saranno belli maturi e succosi. Per scaramanzia non vi dirò molto ma… credo che mi toccherà fare qualche viaggetto in giro per l’Italia, tra palchi e librerie. E non preoccupatevi che al momento opportuno sarete informati su tutto.

Nella nuova città comincio ad ambientarmi “seriamente” e spero che le piccole nubi apparse all’orizzonte portino al massimo qualche pioggerella ché a nuove tempeste, sono onesto, non saprei sopravvivere.

Nel 2014 ci sarà un traguardo di tutto rispetto anche per Fard Rock, quello per i dieci anni! A settembre troveremo il modo per festeggiare. Per adesso spengo per un po’ le luci e faccio un po’ di vacanza. Non senza avervi lasciato la mia consueta compilation di buon augurio per un grandioso duemila(stereo)quattordici. Quest’anno, oltre ad aver inserito qualche omaggio (penso a quello inevitabile a Lou Reed), mi sono divertito a raccogliere un po’ di vecchie canzoni che, nel corso dell’anno, ho annotato su post-it, foglietti volanti, note sul cellulare ed anche spulciando… la libreria dei tag di Shazam.
La trovate qui in calce, basterà cliccare sull’immagine della copertina e partirà il download.

Buon ascolto e… FELICE 2014.

Joyello

)) STEREOQUATTORDICI ((     |     TRACKLIST:

The Moody Blues: Ride my See Saw | 1968
Ane Brun: One Last Try 2011
GhostPoet (Featuring Woodpecker Wooliams): Meltdown 2013
The Bambi Molesters: Chaotica 2001
Lou Reed: Ecstasy 2000
The PeddlersOn a Clear Day You Can See Forever 1968
E102: Mille spine 2003
Afterhours: Carne fresca 2005
The Kaleidoscope: Keep Your Mind Open 1967
Elvis Presley: Hurt 1976
Marc Almond: Tears Run Rings 1988
Morrissey: Satellite of Love (Live) 2013
Mina: No 1966
Josephine: Pepper Shaker 2013
The Fratellis: She’s Not Gone Yet But She’s Leaving 2013
Madness: Our House 1986
Robbie Williams (w/ Rufus Wainwright): Swing Both Ways 2013
Dean Martin: Red Roses For a Blue Lady 1960
John Mayer: Paper Doll 2013
The LimelitersTake my True Love by The Hand 1962

Annunci