Etichetta: Autoproduzione
Tracce: 11 – Durata: 46:21
Genere: Pop Rock
Voto: 7/10

Euphorica sono un quartetto bergamasco dedito a un pop rock dalle tinte progressive che non disdegna derive più acustiche e folk, tenendo sempre un occhio ben aperto sulla canzone leggera di casa nostra, quella che in passato ci ha reso inimitabili creatori di melodie immortali e che oggi, per ragioni inspiegabili, vengono viste ingiustamente con sospetto.
Il loro nuovo disco, La Rivelazione, si rivela proprio come tale, cercando di tradurre nel formato rock-band tutti gli insegnamenti che le loro passioni hanno concesso. Non è difficile sentire rimandi a Damien Rice (o al suo conforme italiano, Niccolò Fabi o anche agli Afterhours più tranquilli) sebbene ci sia sempre una chiave più tipicamente rock a sorreggere gli Euphorica nella scelta di esprimersi nella formazione tipica del rock: chitarra, voce, basso e batteria.
Undici bei brani di facile ascolto, dignitosamente eleganti e sicuramente originali. La Rivelazione merita un ascolto anche per scoprire, dietro a un aspetto così fluidamente fruibile, citazioni letterarie piuttosto interessanti (la più palese è quella che cita l’Ungaretti di Sono una Creatura, nel brano Demone) che non guastano nel marasma di banalità che spesso ci propina la musica leggera. E speriamo che ad accorgersi degli Euphorica, prima o poi, ci sia anche qualcuno che può aiutarli a salire le classifiche come meriterebbero. 

Annunci