Etichetta: Autoproduzione
Tracce: 5 – Durata: 16:12
Genere: Pop Rock, Psichedelia
Voto: 7/10

Avevamo conosciuto i Nana Bang! l’anno scorso, all’epoca dell’uscita del primo album, ed oggi ritornano in pista affilando le lame. L’EP Space is a Cake è un disco dal sapore molto sperimentale, che non si accontenta di percorrere i linguaggi classici del Pop Rock e che, al contrario, si inoltra in territori (anche) inesplorati con ritmi dispari ed una fresca addizione di elettronica analogica, condotta da un sintetizzatore ben calibrato e perfetto per completare le trame altrimenti esili delle tracce.
Andrea Fusari e Beppe Mondini credono moltissimo in questo nuovo lavoro e hanno ragione perché rappresenta qualcosa di anomalo nel panorama nostrano. Come al solito, questa è una caratteristica del tipo lama a doppio taglio, soprattutto in una scena in cui, per quanto bizzarro possa sembrare, essere originali non paga. Ma i due bresciani se ne fregano e proseguono per la loro strada confezionando un lavoro con caratteristiche di concept che ci fa viaggiare avanti e indietro nel tempo, tra guizzi psichedelici, bislacche giostre oniriche e una buona dose di caustica ironia.
Registrato al Bunker di Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut), Space is a Cake è un lavoro che spiana la strada ad un album vero e proprio (in arrivo prima dell’estate) che proverà a dilatare sulla lunga distanza le fulminanti idee racchiuse in questo eccitante assaggio. E se il buon giorno si vede dal mattino…

Annunci