Etichetta: Olsen
Tracce: 11 – Durata: 56:18
Genere: Elettronica, Dance
Voto: 8/10

Fosse anche solo per la cover di un pezzo sgamatissimo come Johnny and Mary (sì, quella di Robert Palmer!) interpretata da un sussurratissimo Bryan Ferry It’s Album Time merita un 8. Se considerare, poi, che Todd Terje ha fatto un disco tutto all’altezza di questa piccola gemma, allora l’8 si consolida e spera di convincere anche i più ostinati a lasciarsi andare all’elettronica poppettara di puro intrattenimento. Todd Terje, all’anagrafe Terje Olsen, è un DJ norvegese molto apprezzato tra i seguaci della club music, ha realizzato remix per nomi grossi (cito solo i Franz Ferdinand, per farvi capire i calibri) ed ha pubblicato a suo nome una serie di EP passati di mano in mano tra i selecter dei locali più alla moda del mondo intero. Dopo molti rilasci di quel tipo, era inevitabile che arrivasse l’ora di un album e non è da biasimare chi temeva di ritrovarsi per le mani poco più che una raccolta o un lavoro raffazzonato e improvvisato per far fronte alle richieste. E invece no: Terje gioca con i ritmi dance spaziando con disinvoltura e capacità dai ritmi latini al surf, passando per lounge music, exotica e disco music, il tutto con venature di funk jazzato vagamente macchiato di prog (ascoltate Alfonso Muskedunder per capire quanto poco mi sia toccato inventare). Insomma, un disco che accontenterà chi ha nostalgia delle trovate etniche dei primi Thievery Corporation ma che potrebbe finire nei lettori di chi ha consumato i dischi di LemonJelly e Daft Punk.
Su tutto regna un sorprendente carico di ironia che rende l’opera davvero brillante, dimostrando che per fare grandi dischi a volte basta anche solo divertirsi.

.
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ozAswe6R0ts%5D

.
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ibuSxgL83dE%5D