Il 10 luglio del 1974 David Bowie si esibiva nella prima delle cinque serate programmate al Tower Theater di Philadelphia che avrebbero generato la pubblicazione del suo primo album dal vivo, David Live.
L’accoglienza per il doppio album fu ottima, arrivando ai primi posti della classifica inglese e piazzandosi piuttosto bene in quelle del resto del mondo. Bowie lo considera un passaggio necessario per chiudere la prima fase della sua carriera e parlandone qualche anno fa, in vista della prima uscita in CD, lo descrisse con queste parole: “David Live was the final death of Ziggy… And that photo on the cover. My God, it looks like I’ve just stepped out of the grave. That’s actually how I felt. That record should have been called ‘David Bowie Is Alive and Well and Living Only in Theory'” (David Live rappresenta la morte di Ziggy E quella foto in copertina. Mio Dio, sembra che abbia appena messo piede fuori dalla tomba. In realtà è proprio così che mi sentivo. Quel disco avrebbe dovuto chiamarsi David Bowie è vivo e vegeto solo in teoria‘ “).
La band era così formata: David Bowie (voce), Earl Slick (chitarra), Herbie Flowers (basso), Michael Kamen (tastiere e arrangiamenti), Tony Newman (batteria), Pablo Rosario (percussioni), David Sanborn (sassofono contralto, flauto), Richard Grando (sassofono baritono, flauto), Mike Garson  (Tastiere), Gui AndrisanoWarren Peace (cori).
Il gusto molto Soul degli arrangiamenti lasciava intravedere la direzione che Bowie aveva in mente di dare al nuovo disco, Young Americans (già in lavorazione), ma scatenò un sacco di critici che lo immaginavano allo sbando, non più in grado di tenere una linea artistica e completamente disorientato. La storia, ovviamente verrà scritta diversamente e David Live rimarrà una fotografia sfavillane di un momento creativo tra i più brillanti di Bowie.

. David Live – Disc One
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=4TEckcEICUM%5D

. David Live – Disc Two
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Lshq61hCiuc%5D