Etichetta: Young Trucks
Tracce: 10 – Durata: 40:49
Genere: Elettronica
Voto: 7/10

Tahliah Debrett Barnett è una giovane (26 anni) musicista inglese di Gloucestershire che gravita nel mondo della musica pop da qualche anno. Appassionata di danza, è apparsa come ballerina in videoclip di gente come Kylie Minogue e Ed Sheeran. Per questa ragione (non me ne vengono in mente altre) quando il mese scorso ha licenziato il suo primo disco, LP1, sotto le mentite spoglie di FKA Twigs, in molti si aspettavano un pop danzereccio e votato alle classifiche. L’album, invece, contiene una decina di brani electro, ben congegnati e diretti a un pubblico sicuramente più attento di quelli che consumano musica anonimamente creata per il dancefloor.
Le critiche sono state tutte entusiastiche e, a ben sentire, non senza motivo: LP1 è un lavoro ben curato e quello che appare è un personaggio tutt’altro che superficiale, capace di prendersi gioco delle aspettative del pubblico, anticipando alcune perplessità, smantellandole nella deliziosa forma di un ritornello. (“Is she the girl that’s from the video? You lie and you lie and you lie.”, da Video Girl). Certo, in qualche occasione l’operazione appare un tantino forzata, come se Tahliah volesse ad ogni costo convincerci di essere affine più a Beth Gibbons che a Lana Del Rey, come se l’intenzione di fuggire dai canoni del pop sia una missione talmente importante da accentuare, anche quando non ce ne sarebbe bisogno, l’effetto “famolo strano”. Ma sono dettagli: l’album è davvero un piccolo miracolo nella musica elettronica attuale, capace di ammiccare furbescamente a derive sexy (Two Weeks) ma evitando di farne una chiave di lettura e spingendo, alla bisogna, sul pedale della sperimentazione (Pendulum, Give up) e su quello della techno in chiave minimal, con campionatori impazziti e ritmi imbizzarriti (Numbers).

Come esordio, non c’è che dire, ha colto ne segno. Quello che ci si augura è che presto venga fuori anche qualche artiglio. FKA Twig ha un bisogno estremo di acquisire credibilità, ed ora che sono tutti impazziti per lei avrà forse il respiro necessario a consentirle di esprimersi con meno ansia.

.