Ed eccoci alla vigilia della vacanza invernale di Fard-Rock, un altro anno è passato. Devo riconoscere che il 2014 è stato alquanto positivo e intenso: ho passato buona parte di esso a finire due progetti personali su cui stavo lavorando da molto tempo: Il libro su Fausto Rossi arrivato ad ottobre e beat., il mio nuovo disco “solista” (una parola che ho messo tra virgolette perché, in realtà, ho chiesto la collaborazione di alcuni amici che hanno accettato con entusiasmo e partecipazione) che uscirà all’inizio dell’anno nuovo, via Kutmusic, sebbene sia pronto da un po’. Per il momento è stato reso disponibile solamente un singolo (Glad 4 Magenta, col featuring eccezionale di Ken Nordine, QUI la copertina) che vi consiglio di scaricare perché contiene anche un remix che non apparirà nell’album. Cercatelo nei principali store on line (questa è Amazon, per dire) e ovviamente sul sito dell’etichetta. A dire la verità, è uscita anche un’altra anteprima, sempre tratta da beat.: un pezzo, alstompauer, è finito in una compilation di musica sperimentale intitolata This is Experimental Vol.1, sempre via Kutmusic. beat. è un progetto in cui credo molto ed è questa la ragione dello slittamento. In questi ultimi mesi ho preferito dare la priorità alla promozione del film della Peluqueria Hernandez e del libro (dentro questi specchi) riguardo al quale, già che ci siamo, vi segnalo il prossimo appuntamento che sarà radiodiffuso dalle frequenze di radio Città del Capo questo sabato, 27 dicembre, alle 15:30. Potrete ascoltarla in streaming dal sito della radio. Vi aspetto. Voglio ricordare che lo scorso febbraio è uscita anche la reissue dell’album di una mia vecchia band. My Colours 1985 – 1988 dei Morrowyellow, è stato accolto piuttosto bene in giro per il mondo dagli amanti del Goth-Rock, cui mi dedicavo a quel tempo con quella band a cui lego molti dei miei ricordi giovanili. Qualche mese più tardi, a primavera, è uscito in versione digitale anche un altro reperto di del mio passato, anzi: ancora più vecchio: è del 1981 il demo degli EvaBraun che è stato pubblicato in Digital Download per la prima volta in modo ufficiale.  Se siete appassionati di dischi analogici, ho una mezza notizia che riguarda proprio quel disco degli EvaBraun che -pare, si dice, voci non confermate- potrebbe uscire anche in vinile tra qualche mese. E già che siamo in questo limbo indefinito tra passato e futuro, annuncio che sono stato convocato per diventare membro ufficiale della reunion dei RADAR, storica band elettro-pop che nel 2015 farà il suo rientro discografico, con il sottoscritto alla voce. I lavori sono “grossi” e attualmente in corso. Ve ne parlerò diffusamente più avanti. Ho iniziato anche i lavori per un altro libro che prevede anche una deriva musicale ma… anche in questo caso è davvero troppo presto per parlarvene. Peluqueria Hernandez è in fase “creativa”, stiamo organizzando il materiale nuovo e a primavera cominceremo a suonarlo dal vivo. Mauro Marchesi ha iniziato a lavorare sugli arrangiamenti e se riusciamo a metterli su disco, sono certo che vi sorprenderanno parecchio. Dal lato lavorativo, nel senso più “remunerativo” del termine, si stanno muovendo altre cose e, stavolta, non c’è molto di buono all’orizzonte. Non voglio preoccuparmi, sono certo che a mali estremi saprò sfoderare i consueti estremi rimedi. Mi aspetta un periodo impegnativo, in cui l’Azienda per cui lavoro dovrà decidersi a dirmi che ne sarà di me e dei miei colleghi e durante il quale potrò cominciare a capire quanto la loro decisione influirà sulla mia esistenza.  Per finire vi annuncio che ho in mente qualche novità anche per Fard Rock. Superato il decimo anno di attività, mi sono accorto che continua ad avere un buon numero di seguaci ed è questa la ragione per la quale non smetterò di aggiornarlo, nonostante l’impegno cominci a pesarmi un po’. Farò probabilmente qualche post in meno, magari chiederò qualche collaborazione, vedremo. Quello che è certo è che a metà gennaio mi troverete di nuovo qui. Eravate preoccupati di non trovare la consueta compilation di buon anno? Tranquilli, c’è anche quest’anno. Come sempre ci ho messo un po’ di pezzi vecchi, qualche novità, alcune tracce bizzarre e qualche sorpresa. Scaricatela cliccando sulla copertina qui in basso, poi magari lasciate un commento per dirmi se vi è piaciuta.  Ecco, come al solito mi sono accorto che ho scritto troppo e forse nel frattempo vi siete addormentati o avete cliccato su un altro link. La smetto, vi auguro buone feste e spero che il 2015 sia l’anno della vostra svolta, qualsiasi siano i vostri sogni.  Un abbraccio Joyello

AVEC 2015 (18 DISCHI DI IERI E DI OGGI D ASCOLTARE ASPETTANDO IL DOMANI)

each man kills the things he loves. jeanne moreau only time. lemonjelly under heavy manners. robert fripp & the league of gentlemen (featuring d.byrne) little things in life. green on red wonded in all the right place. 1giant leap (featuring kd lang) la strada. ilaria graziano  & francesco forni take me to church. hozier chandelier. sia ghosts. david sylvian four pails. peter hammill dimentichiamoci. bungaro & paola cortellesi i ain’t no miracle worker. the bogues don’t. ed sheeran impazzivo per te. adriano celentano c’è sempre un buon motivo. bandabardò love letters. metronomy our love. caribou firth of fifth. genesis