Billy Gibbons e Dusty Hill, i due iconici chitarristi degli ZZ Top (si pronuncia all’americana: Zi Zi Top) hanno fatto della lunga barba un segno distintivo inequivocabile a partire dalla fine degli anni ’70. Il batterista Frank, il cui cognome è ironicamente Beard (barba in inglese), invece si rade ogni giorno.
Nel 2004, tra le note di copertina della raccolta Rancho Texicano: The Very Best of ZZ Top, Gibbons ha rivelato che l’origine di questo look è del tutto casuale: Dopo il tour del 1977, la band decise di prendersi una lunga pausa e quando Bill Ham, loro manager, li convocò per prendere alcune decisioni legate al nuovo contratto con la Warner bros., Gibbons e Hill si resero conto che, senza che la cosa fosse stata concordata, avevano deciso di lasciar crescere la barba. La decisione di aggiungere questo tratto agli altri elementi del loro look (gli occhiali da sole e i copricapi) fu praticamente immediata e, da quel momento le loro lunghe barbe son diventate più famose perfino della loro musica.
Nel 1984 il direttore marketing della Gillette offrì loro un milione di dollari per girare uno spot in cui si sarebbero dovuti rasare per dimostrare la qualità della famosa lametta ma rifiutarono. “Non ci abbiamo pensato nemmeno per un istante – avrebbe detto Gibbons in un’intervista – la prospettiva di guardarci allo specchio senza peli in faccia è qualcosa di simile a un film dell’orrore. Non abbiamo preso in considerazione l’ipotesi in nessun modo. Non c’è compenso che possa bastare.”

Barbe finte “modello ZZ Top” sono facilmente acquistabili in rete.