In particolare da quando hanno modificato la configurazione delle consolle, eliminando i laptop Sony VAIO in favore di workplace pressoché anonimi, i Kraftwerk sono molto attenti a non svelare ciò che succede dalle loro postazioni durante i concerti.
Da qualche giorno, però, un video su YouTube sembra aver bruciato la loro copertura.

Il filmato (che vedete in calce) è stato girato a gennaio 2015 durante il concerto al Paradiso di Amsterdam da uno spettatore situato in una posizione tale da permettergli di riprendere le mani dei quattro musicisti tedeschi ed è stato caricato circa un mese fa. Solo in questi giorni, però, sta ricevendo un sacco di visite, dopo il sito FAZEmag l’ha messo in evidenza. 
È stato chiesto a Peter Kirn, tecnico della Create Digital Music, di guardarlo per discernere l’equipaggiamento e, tra i vari tool, ha individuato un sistema digitale piuttosto complesso che comprende un controllo ritmico Maschine MKI della Native Instruments, una tastiera MIDI e un controller ReMOTE ZeRO SL della Novation. L’inconfondibile interfaccia di Cubase (software di registrazione della Steinberg) serve probabilmente a tenere sotto controllo le basi.
Uno dei membri sembra leggere qualcosa (a 4’30”) su un dispositivo che, fuori da ogni dubbio, è un iPad. Su “cosa” stia leggendo non si può essere sicuri ma sembrerebbe proprio un client di posta. Una cosa è fuori da ogni dubbio: chiunque decida di andare a sentire i Kraftwerk è consapevole del fatto che uno di loro potrebbe anche controllare le mail private dal palco senza che questo cambi alcunché.
(fonte factmag)

Annunci