Etichetta: Interscope
Tracce: 13 – Durata: 51:08
Genere: Pop
Voto: 5/10

Dopo due album considerati iniziatori di un genere e di uno stile, Kevin Parker mette a fuoco la sua creatura e sforna “il” terzo album, quello che serve alla consacrazione, oltre che tra le fila degli appassionati dell’indie, anche tra gli acquirenti più occasionali. Supportato da un airplay piuttosto denso, Currents cerca di divincolarsi da tutte le etichette che sono state appiccicate ai precedenti capitoli firmati Tame Impala e si concentra nello svolgere un compito che è stato rischioso per tutti gli artisti che ci hanno provato in passato e che lo è anche in questo caso. Il tentativo è quello di portare l’innovazione prog e il piglio psych di ieri verso terreni che siano più facilmente vendibili ma senza snaturare troppo la forma di Tame Impala in modo che non ci siano plateali voltafaccia tra i consueti sostenitori.
Il lavoro appare piuttosto riuscito anche se alcune volte è facile interrogarsi sulle scelte fatte in fase di arrangiamento. Certe tastiere appesantiscono in maniera massiciia l’effetto globale rimandando troppo alle atmosfere soft-disco della Electric Light Orchestra (The Moment) o alle derive goffamente kraut tentate dagli Air (Past Life).
Di buono c’è un evidente risultato nell’esposizione delle intenzioni, che volevano dare un taglio al passato senza provocare grandi traumi, ma i brani risultano appesantiti da sovrastrutture che poco si addicono alla modernità, lasciando che l’operazione appaia molto spesso posticcia e risaputa.
La voce, quasi sempre in falsetto, poi, non aiuta molto nella fruizione, diventando a tratti stucchevole, soprattutto perché la qualità dei testi è effettivamente molto curata. Questo contrasto, anziché incuriosire, tende a rendere stridente il risultato finale che manca della giusta dose di ironia e di leggerezza.
Sarà probabilmente Currents l’album che permetterà a Parker di continuare a fare il suo lavoro e di farlo ad alti livelli ma il  cambiamento (quello, per altro, ben espresso nella traccia finale New Person Same Old Mistakes) ha bisogno di una spinta ben più decisa di quella espressa in questa occasione.
Il talento, che da qualche parte è evidente, ha preso una direzione che, da queste parti, non smuove un granché. Per il resto preparatevi a sentirlo spesso in radio e dalle casse dei molti fan che… sembrano destinati ad aumentare.

.
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=hefh9dFnChY%5D