Se siete fan lo sapete già, se non lo siete vi sarà comunque capitato dio notare, nelle foto di David Bowie, una (apparente) eterocromia dei suoi occhi. L’eterocromia è la caratteristica somatica che presenta differente colorazione di due parti del corpo omologhe in un individuo e quella oculare si presenta con le iridi di due colori distinti. Il musicista britannico, in effetti, presenta due occhi differenti ma… non si tratta di una reale eterocromia quanto piuttosto di un effetto che rende il colore della sua pupilla sinistra diverso da quello della destra a causa della costante dilatazione di una delle due.
Negli anni si sono spese molte leggende riguardo questa caratteristica e la più accreditata è quella che la vorrebbe causata da un eccesso di stupefacenti. La realtà è, seppur meno eccessiva, lo stesso piuttosto bohémien: nel 1962, all’epoca del primo complesso messo in piedi da un giovanissimo David Jones (The Kon-rads), il musicista subì un pugno in un occhio sferrato dall’amico George Underwood. Il litigio, a quanto si dice a causa di una ragazza, gli procurò una paralisi del nervo oculomotore che genera una situazione patologica detta midriasi persistente con conseguente percezione alterata della profondità e della luce. Le due iridi, però, non hanno due colori differenti, sebbene la pupilla, perennemente dilatata, le faccia apparire tali.