sinatra_apple2Nel 1968 avvenne qualcosa che, a raccontarlo oggi, ha dell’incredibile: Frank Sinatra, una delle icone più influenti della cultura pop del XX secolo, fu il primo a pubblicare un disco con la Apple Corps., la neonata etichetta personale di The Beatles.
La storia ha sempre riportato Hey Jude / Revolution come il disco che ha ufficialmente inaugurato il celebre marchio con la mela ma, per un accordo con la EMI, i dischi dei Beatles avrebbero continuato a riportare il numero di catalogo della Parlophone, relegando la numerazione APPLE1, APPLE2, APPLE3 eccetera a quelli prodotti per altri artisti. Sicché, per quanto possa risultare strano (visto che raramente se n’è sentito parlare), l’onore della sigla “APPLE1” è spettato proprio a The Voice che, con quel marchio, ha inciso due versioni di The Lady is a Tramp e But Beautiful.
Ma come mai un incontro del genere non è passato agli onori della storia della musica registrata come sarebbe lecito aspettarsi? La risposta è che il disco di Sinatra non è mai ufficialmente uscito ed è stato prodotto in un’unica copia.
Secondo la leggenda, nell’estate del 1968 mentre il quartetto inglese stava registrando il doppio album The Beatles, Ringo Starr ha cercato di mettersi in contatto con Frank Sinatra per fare un regalo alla moglie Maureen Cox che era una sua grande fan. Grazie all’intervento di Peter Brown, business manager dei Beatles dell’epoca, Ringo raggiunse Sinatra in California per chiedergli di registrare una canzone e Sinatra accettò.
Altre fonti raccontano la storia in modo diverso, attribuendo il merito a un altro assistente dei Beatles, Ron Kass, arrivato a Sinatra attraverso Sammy Kahn, un autore che lavorava con The Voice in quegli anni.
La cosa certa è che Sinatra ha effettivamente accettato di registrare quelle due canzoni chiedendo a Kahn di modificare il testo di The Lady is a Tramp, personalizzandolo proprio per Maureen e cambiando anche il titolo in The Lady is a Champ, poco prima di inciderla con Kahn stesso al pianoforte. Il nuovo testo conteneva gemme degne dello spirito di Ringo e, a dimostrazione della grande simpatica che Sinatra provava per i Beatles, si divertì a cantare versi come “She married Ringo, and she could have had Paul / That’s why the lady is a champ” (“Ha sposato Ringo, quando poteva avere Paul / Ecco perché quella donna è un campione“).

Ringo consegnò il disco, un 7″ in vinile in copia unica, alla moglie il giorno del suo 22° compleanno, il 4 agosto del 1968.
Le ricerche effettuate nel corso degli anni danno il master di APPLE1 irreperibile. Secondo alcuni è stato distrutto di proposito, per rendere il regalo di Ringo ancora più pregiato.
Il giornalista di Time Daniel Finkelstein lo ha definito “Il disco più raro e prezioso del mondo” basandosi non solo sull’unicità dell’opera ma anche sul coinvolgimento di due tra le più leggendarie entità musicali che il mondo abbia mai conosciuto.
Sebbene di quel 7″ si siano perse le tracce (qualcuno pensa che lo conservi Zak Starkey in memoria della madre) alcune registrazioni sono girate nella comunità dei beatlesiani, finendo anche in alcuni bootleg tra cui il celebre The Beatles – Unbootlegged 25. La qualità audio è generalmente molto bassa e non è stato mai chiarito se sia a causa di una originaria registrazione domestica oppure se sia stato “rippato” il contenuto del 45 giri con mezzi di fortuna.
Nel 2010, The Lady is a Champ è stata caricata su Youtube.