retarantola_artista2Etichetta: La Stalla Domestica
Tracce: 4 – Durata: 10:06
Genere: Pop Rock, Cantautori
Sito: https://www.facebook.com/ilretarantola/
Voto: 7/10

Il nuovo lavoro di Manuel Bonzi, sotto le spoglie de Il Re Tarantola, prosegue nell’opera di ringiovanimento della canzone d’autore e lo fa con un passaggio consistente e sicuramente efficace dal punto di vista degli arrangiamenti.
Se coi precedenti lavori il talento del Re era solo intelleggibile dietro a un lo-fi intenzionale ma piuttosto inadeguato allo scopo, con L’artista irrimediabilmente nella merda si nota una brillante spinta verso un suono compatto e sicuramente più fruibile che, se fossimo in un mondo perfetto, suonerebbe benissimo alla radio. La produzione di Piero Paletti consente ai taglienti brani di Manuel di eludere il profilo basso che poco si adatta alla (sua) musica popolare.
Quando hai qualcosa da dire, la cosa migliore è che ad ascoltarti ci sia più gente possibile e uno dei veicoli più efficaci affinché questo avvenga è sicuramente quello di smussare gli angoli, di ammorbidire i metodi di linguaggio.  Ciò non significa che sia necessario scendere a compromessi e nemmeno edulcorare i termini, tutt’altro! Più forti e incisivi sono i termini e la determinazione e più chiaro arriverà il messaggio.
Le quattro canzoni di questo EP mostrano un autore che si diverte nel ruolo di artista irrimediabilmente nella merda ma che conosce perfettamente i mezzi per non sprofondare.
Adesso è il turno nostro. Prendiamo questo disco e facciamolo suonare; è un piccolo esempio di freschissimo Rock’n’Roll adulto, che grida e si indigna senza strafare e che si presta a dividersi tra il salotto buono e l’autoradio.