miniatura_a2Realizzata tra il 2006 e il 2009, Analogue Miniatures è una serie di piccole creazioni dell’artista americano Dan McPharlin.
Sono micro sculture realizzate con latta, cartoncino, teli di plastica, spago ed elastici, che piacciono molto agli appassionati di musica (soprattutto) elettronica perché si ispirano alle futuristiche fogge dei sintetizzatori degli anni ’60 e alle prime avveniristiche apparecchiature di registrazione analogica.
Attenzione, però: stiano alla larga i maniaci della filologia perché quelle di McPharlin non sono repliche di macchine esistenti bensì creazioni originali, poco interessate alla verosimiglianza, che si ispirano ad un periodo storico in cui la tecnologia analogica godeva di un gusto sopraffino anche nel design, creando un universo parallelo di oggetti meravigliosamente senza tempo.
McPharlin è molto amato dal mondo della musica indipendente e infatti non sono mancati i collegamenti che l’hanno visto collaborare con alcune etichette prestigiose come Warp, Kemado Records ed anche Samadhisound di David Sylvian. Per quest’ultima, tra l’altro, utilizzò qualcuna delle sue Analogue Miniatures per la copertina di Slope di Steve Jansen miniatura_b2Se in quell’occasione queste piccole delizie colorate vi avevano incuriosito, o
ggi potrete ammirarne l’intera collezione nella pagina che l’autore ha creato su Flickr. QUI
Altre sue opere sono visibili nel suo sito personale.

miniatura_c2