xiu-xiu-plays-twin-peaks2Etichetta: Bella Union
Tracce: 12 – Durata: 68:30
Genere: Sperimentale, Rock
Sito: http://www.xiuxiu.org/
Voto: 7/10

Mentre si fa un gran chiacchierare per l’ufficiale arrivo della terza stagione della celebre serie ideata da David Lynch e Mark Frost, Xiu Xiu, non si sa quanto strategicamente, ripropongono una rilettura di quella che fu l’iconica colonna sonora scritta da Angelo Badalamenti.
Plays The Music of Twin Peaks, esplicito fin dal titolo, è un album che non esprime presunzioni, soprattutto rifugge quella di migliorare qualcosa che aveva già una sua peculiare qualità che la band di Jamie Stewart pare non intenda scalfire in alcun modo impegnandosi, semmai, a renderle omaggio senza l’arroganza di conferirgli una dignità che non era minimamente messa in discussione.
A pensarci bene, per l’operato di Xiu Xiu, un passo come questo era quasi inevitabile. Le affinità tra l’immaginario di Lynch e quello della band di San Josè sono sempre state evidenti, talmente che le composizioni di Badalamenti sembrano la nave scuola che ha acceso l’attività della band.
Ecco dunque che questa rilettura delle musiche che hanno accompagnato le due stagioni di Twin Peaks negli anni ’90, si manifesta come uno dei migliori episodi della discografia degli Xiu Xiu i quali, pur senza stravolgere le partiture originali e offrendosi ossequiosamente al servizio della storica musica di Badalamenti, riescono a lasciare spazio all’immaginazione per  trovare nuovi scenari e nuove ispirazioni, a riprova della loro incontrovertibile personalità.
Senza ripercorrere l’album che fu confezionato negli anni ’90 con le musiche originali ma pescando più ampiamente nelle partiture della Score Music, Xiu Xiu Plays The Music of Twin Peaks è un album che predilige le parti musicali più sperimentali evitando, per esempio, di cimentarsi nella riproposta del celebre Twin Peaks Theme e concentrandosi maggiormente sulle pagine più d’avanguardia, riuscendo a raggiungere obiettivi che piaceranno ai fan degli Xiu Xiu, agli appassionati di David Lynch e a quelli di una serie TV tra le più celebrate del secolo scorso, nell’attesa del suo ritorno in grande stile.