disclosure_mfl2Etichetta: Island
Tracce: 3 – Durata: 15:17
Genere: Dance, Elettronica
Sito: http://www.disclosureofficial.com 
Voto: 5/10

Disclosure, vale a dire i fratelli Howard e Guy Lawrence, assopiscono l’attesa per il nuovo album con un breve trifoglio dal sapore Soul-Disco che, sebbene non sia fastidioso, sembra il classico tappabuchi editoriale necessario a racimolare un paio di ingaggi nei festival estivi senza troppa fatica né impegno.
Il titolo Moog For Love, meglio chiarirlo subito, è un tantino fuorviante: se vi aspettate qualcosa ispirato dal sound retrò del fantomatico sintetizzatore di Robert Moog rimarrete delusi ma se vi piaceva la musica da ballo che riempiva le piste negli anni in cui quello strumento era in voga, allora forse questo piccolo EP saprà darvi qualche soddisfazione, a patto che non pretendiate miracoli.

I tre brani del pacchetto contemplano i Temptations dell’epoca psichedelica, declinati al verbo della House Music primordiale di Chicago (Boss), un sensuale e ballabile Soul autografato da Al Green attraverso un campione di I’m Still in Love With You un tantino abusato (Feel Like I Do) e qualche accenno Lounge-Pop addizionato di una cassa in quattro che raggiunge a malapena i livelli di sufficienza da discoteca balneare (Moog For Love).
Ecco, diciamo che l’EP sembra avere l’unico scopo di entrare nella valigetta dei DJ senza ambizioni di finire sugli scaffali degli appassionati di musica. Sembra un numero di catalogo un po’ sperduto nel marasma di produzioni di questo genere che, arrivando da un nome che ha prodotto lavori di astuta brillantezza, sembra lasciare il tempo che trova. Non si può dire che sia sgradevole, tutt’altro, ma è un prodotto un po’ a-tirar-via, sicuramente deludente per chi era rimasto folgorato dal bagliore di Settle.