popjames_spsq2Etichetta: Doubledoubleu
Tracce: 8 – Durata: 34:07
Genere: Pop, Neo Soul, Chillwave
Sito: https://www.facebook.com/popjamesmusic/
Voto: 8/10

Progetto internazionale, con liriche in lingue diverse e note di copertina in inglese, per questo combo novarese chiamato Pop James in omaggio a Bob James.
L’offerta di questo eclettico quartetto è piuttosto singolare, forse non in maniera assoluta ma certamente, in un momento in cui le band non sanno che strada intraprendere, scegliere di esprimersi con un linguaggio così squisitamente trasversale, è una delle possibilità più interessanti. Se l’amore per Bob James deriva in particolare dalla sua capacità di essere poliedrico e sicuramente seminale (molti artisti Hip Hop lo segnalano come ispirazione), si può dire che i Pop James hanno imparato bene la lezione facendo di Super Power Super Quiet un progetto davvero a fuoco.
Anche la confezione in cui viene presentato il CD, una copertina da 45giri, la dice lunga sulle intenzioni che sono sicuramente quelle di riattivare l’interesse del pubblico per il materiale registrato come entità a parte, come viatico per illustrare i colori e le sfumature di una band che siamo certi da vivo debba essere entusiasmante.
I temi affrontati sono bislacchi e adeguati al copione: atmosfere da pionieri spaziali che si intrecciano con i ritmi dell’Africa, del Brasile e delle musica tradizionali del mondo. Pop James non si tirano indietro nemmeno nel campo della sperimentazione e non si pongono limiti: se la batteria elettronica è quello che ci vuole, ce la mettono senza preoccuparsi di snaturare qualche atmosfera tribale.
Il gusto è quello che tiene in piedi l’intero lavoro che appare omogeneo pur con le sue mille divagazioni, da Santana a Thievery Corporation, da Les Baxter ai Jamiroquai, dai Roxy Music a (ovviamente) Bob James.
Non è facile realizzare un disco di crossover moderno, che sappia tener conto dei Rock del passato quanto della Techno, dell’Hip-Hop, del Jazz e del Soul e che sia al contempo innovativo e divertente eppure… ai Pop James riesce con una semplicità disarmante.