† Gato Barbieri, John Berry, Big Skye, David Bowie, Pete Burns, Black, Giorgio Calabrese, Guy Clark, Leonard Cohen, Carlo D’Angiò, Dannis Davis, Keith Emerson, Glenn Frey, Merle Haggard, Dan Hicks, Sharon Jones, Paul Kantner, Greg Lake, George Martin, George Michael, Papa Wemba, Billy Paul, Prince, Sergio Renda, Leon Russel, Rod Temperton, Gianmaria Testa, Toots Thielemans, Vanity, Nana Vasconcelos, Bobby Vee, Alan Vega, Gil Ventura, Maurice White, Steve Young †



Se siete arrivati a leggere questo post, significa che avete scampato la pericolosissima Sindrome 2016, che si è rivelata letale per un sacco di amici, di cui qui sopra ho scritto un breve elenco, limitandomi ad alcuni tra coloro che avevano avuto a che fare con la musica e le canzonette (ma ci sarebbero anche Poli, Fo, Toffolo, Anselmi, Veronesi e molti altri…). Insomma, il 2016 è stato un anno che ci ha impoverito, portandoci via molte delle nostre amate star, alcune troppo giovani, e credo che non ci siano molte parole da aggiungere a quelle espresse nel corso di questi mesi.
Ma, come si dice, siamo in clima natalizio, non bisogna essere tristi e siccome fortunatamente la morte, oltre che essere naturale, ha il potere di farci comprendere quanto preziosa sia la vita, direi che con le lacrime la finiamo qui, stappiamo una bottiglia di prosecco e brindiamo, ché il 2016 sta per finire.
In realtà, per quello che mi riguarda, non è andato poi così male anzi, è stato un anno molto prolifico: sono usciti gli album di entrambe le band in cui suono, Mamboo della Peluqueria Hernandez a gennaio e re-pop dei RADAR a novembre, con vari singoli ad essi associati; poi ho cominciato a lavorare ad altri progetti che vedranno la luce nel corso del 2017. A febbraio uscirà il mio nuovo libro che come immaginerete non è un romanzo (magari fossi capace di scrivere romanzi!) ma prima di darvi altre informazioni aspetto un po’, così per scaramanzia. Sto anche lavorando a un nuovo progetto di musica acusmatica ed elettronica, che uscirà su disco intorno all’estate. Se riusciamo a consegnare in tempo, ci sarà anche una novità in vinile per Peluqueria Hernandez a primavera.
Insomma, molti impegni e tanti buoni propositi. Vediamo di mantenerli…
Qui su Fardrock, come avete visto, qualche novità è già avvenuta: nuova grafica, nuova periodicità e nuove rubriche in un contesto dove, per il resto, è rimasto tutto al suo posto, soprattutto le buone abitudini come quella della compilation ben augurante che, come ogni fine anno anche stavolta vi regalerò.
Ah ecco, lo sapevo… adesso vi interesserà solo di avere la compilation e salterete a piè pari tutto ciò che scriverò da qui in avanti, sicché mi conviene risparmiare la fatica e passare direttamente agli auguri. Fardrock si prende la consueta pausa natalizia. Lasciate i vostri auguri nei commenti.
Un abbraccio e… BUONE FESTE! 

Sì, sì, d’accordo: ecco la compilation (cliccare sull’immagine per il download). 

septendecim_front

0) Intro: L’assenza
1) Starman (David Bowie)
2) The Windmills of Your Mind (Dusty Springfield)
3) Nocturnal me (Echo & The Bunnymen)
4) I tuoi fiori (Etta Scollo)
5) Time in a Bottle (Jim Croce)
6) Lilac Wine (Jeff Buckley)
7) Oh my Love (John Lennon)
8) Drunk Trumpet (Kid Koala)
9) Sleep (Marianne Faithfull) 
10) Guardami negli occhi (Nada)
11) Il cuore è uno zingaro (Nicola di Bari)
12) The first Time Ever I Saw Your Face (Roberta Flack) 
13) La bambola (Patty Pravo)
14) Che Ritmo! Senti che ritmo! (Natalino Otto)
15) Tuyo (Rodrigo Amarante)
16) Sono tremendo (Rocky Roberts)
17) Les Cactus (The Last Shadow Puppets)
18) Cha Cha Twist (Ty Taylor)
19) Everyday (Buddy Holly)
20) California Dreaming (Bobby Womack)
21) L’essenziale (Carmen Consoli)
22) Woman Like You (Nasty Bits)
23) Il clan dei siciliani (Ennio Morricone)

Annunci