Etichetta: Vina Records
Tracce: 4 – Durata 19:02
Genere: Pop Rock
Sito: Facebook
Voto: 7/10

Secondo frammento in quattro tracce nella discografia dei milanesi Edless che dopo Aconite del 2014 pubblicano Belotus confermando una notevole predisposizione per un rock venato di pop capace di mantenere con eleganza i classici due piedi in una scarpa lasciando convergere in maniera ben più che credibile il glam-pop dei Duran Duran con le sperimentazioni dei Radiohead
Oltre alla notevole capacità organizzativa, nella quale le partiture guizzano tra suoni ricercatissimi e ben assemblati, spicca la timbrica vocale di Fabio Bonvini che rende il progetto Edless particolarmente interessante nel panorama italiano oltre che adatto a consistenti salti professionali. La band, effettivamente, ha poco da invidiare a molte delle formazioni blasonate del panorama attuale e c’è da augurarsi che arrivi presto qualcuno ad accorgersi delle loro potenzialità.
I quattro brani di Belotus brillano del sacro fuoco del pop, sorretti da riff brillanti ed orecchiabili ed aiutati da intuizioni  che, pescando dalla grande scuola mainstream, creano qualcosa di inedito nell’universo indie.
Da tenere d’occhio.

edless_band

Annunci