Etichetta: Riff Records
Tracce: 10 – Durata: 36:57
Genere: Rock
Sito: Facebook 
Voto: 7/10

Bolognesi, sotto contratto con la Riff di Bolzano, i Phidge sono una band che, con il loro terzo album Paris, scelgono di esprimersi attraverso un rock classico con tutte le ambiguità che una definizione così vaga riesce a trasmettere. Sì perché il rock, quello con chitarre basso e batteria, è classico per definizione e poco importa se pilucca dal rock-blues (Paris), dal punk (Face to Face), dal grunge ((Do we?)), dalla new-wave (Be do) e perfino dal pop (Thin); il suo fuoco sacro saprà sempre fare la sua parte nelle nostre gambe e nel nostro cuore.
Paris è un disco che affronta, senza ritegno, tutta la palette di attitudini del rock e lo fa bene, scandagliando con precisione ogni sfumatura richiesta. 
Una musica divertente da suonare dal vivo che riesce, nella sua combinazione di energia e ritmo, a coinvolgere tanto i membri stessi della band quanto il pubblico. Per contro, il disco appare un veicolo un po’ limitante e una così debordante dose di energia rischia di restare imbrigliato in un mercato al lumicino. Il valore di dischi come questo è, prima ancora che artistico, più semplicemente (in senso positivo) legato all’esigenza di esserci per poter partecipare al gioco. Phidge non hanno velleità da superstar, non cercano sensazioni o rivoluzioni e proprio in questo sta la forza della loro musica. Si appellano alla tradizione, suonano la chitarra e cantano, scegliendo una via di comunicazione che è probabilmente destinata a rimanere inalterata nei secoli.
Un disco nato per suonare a volume alto. 

phidge_band

Annunci