Etichetta: Slowing Records
Tracce: 16 – Durata: 70:18
Genere: Psych Rock
Sito: www.thesomnambulistberlin.com 
Voto: 7/10

Anticipato di pochi mesi dall’EP Unbegotten, il nuovo disco dei berlinesi The Somnambulist, è un lavoro di respiro molto ampio che con un timing attorno all’ora e dieci totale, affronta tematiche ardite come fisica fondamentale e aspetti vagamente intangibili della natura umana (e non), cuciti con dovizia di particolari su sedici brani la cui principale caratteristica è la poliedricità. Quantum Porn è un album capace di affrontare linguaggi musicali del pop rock internazionale rendendoli definitivamente senza tempo, confondendo le acque e disorientando l’ascoltatore che viene bonariamente sballottato da atmosfere new wave (Transverberate) a derive progressive (The Unmanned Song, Deeply Unutterable & Unimpressed) e poi proiettato su strutture math (The Slowing Clock, The Science of Hidden Purpose), appigli sperimentali (Sundrum Ln, Ultramarine Blues) e momenti di brillante alt-pop (Unbegotten, Goddamnland).
Con un disco tutt’altro che esile, la band di Marco Bianciardi si impone per un singolare metodo espressivo che bilancia le sforbiciate metal dei Ministry con la sperimentazione elettronica dei Nine Inch Nails cercando una via che appare decisamente autonoma.
Quantum Porn, dunque, è un intenso viaggio condotto su strade multicolori sulle quali ogni bivio porta in un punto strategico della mente e del corpo nella quale è difficile orientarsi ma anche impossibile perdersi. Una contraddizione? Certo ma… efficacissima!

somnambulist2017_band

Annunci