nad_logo200Etichetta: Kutmusic
Tracce: 11 – Durata: 45:07
Genere: Jazz pop
Sito: Facebook 
Voto: 8/10

Giunto al terzo album (il secondo dopo la rinascita del nuovo millennio) il duo Salerno-Zorzi, ribadisce una linea artistica fatta di un sample-jazz di stampo modernista (o addirittura futurista, come suggerisce la classica grafica ispirata da Depero) che non si pone limiti di creatività, scegliendo di adeguarsi a ogni possibilità offerta dalle nuove tecnologie.
Se da un lato sono chiamati alle session numerosi musicisti (Mauro Ottolini, Boris Savoldelli, Ben Weiss Levi, Enrico Merlin e molti altri) dall’altro i due NAD riescono a compiere un piccolo miracolo di produzione affidandosi alle mirabolanti diavolerie di Roberto Zorzi (quelle che lui chiama zorzerie) unite alla sapiente conoscenza informatica e musicale di Nicola Salerno, che assembla, unisce, taglia&cuce fino a ottenere un lavoro di strabiliante coesione, che inganna con trompe l’oreille affascinanti, sempre pronti a creare scompiglio sulla natura di ogni singolo strumento: sarà vero? sarà campionato? un plug-in o un ospite? A volte, Salerno e Zorzi ce lo dicono, altre volte no, divertendosi a lasciarci nel dubbio. Dubbio che, ovviamente, non c’è mai quando sentiamo suonare due musicisti dal tocco inconfondibile.

nad_logo200iPost Kali Yuga è un album per certi versi molto complesso che solletica il gusto degli appassionati di jazz moderno ambientandolo in una accogliente lounge, fornendo un ascolto agevolato anche a quel pubblico solitamente poco avvezzo alla musica sperimentale o al jazz. I suoi ritmi eleganti e suadenti, uniti alle sonorità cosmopolite fanno di Post Kali Yuga un piccolo gioiellino di modernità, a cominciare dalla follia di titoli come Maison Des Mentegà Ròcalabùsta allineati nella stessa tracklist in cui appare una impressionante rendering di Wig Wise di Duke Ellington.
E infatti, sebbene ispirato da tematiche seriose come le sacre scritture induiste, il disco spinge molto sulla consueta vis ironica dei NAD ambientandone la struttura su qualcosa capace di andare oltre il Kali Yuga (l’ultima delle quattro ere che corrisponde all’attuale età del ferro) generando una giostra psichedelica e sfrenata foriera di ispirazioni, divagazioni, follie ed invenzioni. 

Annunci