colla_band200Etichetta: Costello’s
Tracce: 8 – Durata: 27:25
Genere: Pop Rock
Sito: Facebook
Voto: 7/10

Ascrivibili alla categoria “supergruppo”, i Colla nascono dalla collaborazione tra Simone Pass (Polar For The Masses), Mauro Poli (Soyuz) e Davide Prebianca (Oltrevenere).
Lo sforzo, a sentire il loro esordio Proteggimi, sembra rivolto alla necessità di allargare gli orizzonti dell’indie rock a cui i tre musicisti si sono dedicati fino ad oggi, verso quelli di un pop rock più concretamente mainstream, in grado di tenere testa a prodotti da classifica, tra i classici Vasco Rossi, Ligabue e Negrita fino ai più attuali Motta, Calcutta e TheGiornalisti.

L’idea, ottima e credibile, è supportata da Andrea Rigoni Spazza (Derozer) che ha messo a disposizione il suo team produttivo al fine di realizzare qualcosa che potesse veramente e concretamente aspirare a mantenere i propositi.

 

In effetti, pur senza dire molto di nuovo, Proteggimi è un disco onesto e scorrevole che mette in fila alcuni stilemi del pop rock nostrano, senza dimenticare l’aspetto viscerale previsto dal genere e senza lasciarsi mai troppo andare alla ricerca dei consensi. Ci sono atteggiamenti più tipicamente cantautorali (Balordo, Per la sua rivoluzione), dichiarazioni d’intenti virati all’ironia (Non sono indie, Chiedilo ai Ramones) e, ovviamente, sfrenatezze rock’n’roll di esemplare potenza. Il punto di forza sono gli arrangiamenti, curatissimi ma mai sterili, oltre ad una pregevole policromia vocale che ha forse solo il piccolo difetto di confondere un po’ le acque nell’insistente tendenza a lanciare esprimersi per slogan anche quando non sembra necessario.
Se c’è giustizia, tutti festival della prossima estate faranno a botte per avere i Colla in cartellone. Non fatevi cogliere impreparati.

Annunci