redlines_band200Etichetta: Volume Up
Tracce: 8 – Durata: 30:00
Genere: Pop
Sito: Facebook 
Voto: 8/10

Del progetto Red Lines, gestito dal bresciano Simone Apostoli e dalla londinese d’adozione Marianna Pluda ci siamo occupati altre volte e lo abbiamo fatto sempre con molto piacere perché ascoltare il loro pop gustoso, ben scritto e altrettanto ben proposto è davvero una gioia. Oltre al consueto approccio disinvolto nell’affrontare un pubblico internazionale, il loro nuovo disco, così come era facile intuire dal singolo Colder, cerca un meritato salto di qualità che lanci il duo verso una discografia importante, molto più di quanto fosse plausibile sperare con il disco autoprodotto di due anni fa nonostante fosse già quello denso di parecchie cartucce buone.
Paisley è semplicemente perfetto nella sua onesta dichiarazione di intenti. È musica di intrattenimento fatta nella migliore delle maniere, con il piglio artigianale senza sovrastrutture che ne impongano regimi e regole, libera di esprimersi così come nasce dal cuore, attraverso mani e voce.

C’è davvero pochissimo di analogo nell’attuale panorama musicale e non parlo solo di quello italiano. Red Lines hanno concrete possibilità di trovare un posto nella scena europea grazie a un gusto tipicamente mediterraneo che si impone con una solare freschezza difficile da riscontrare altrove. Paisley è un bellissimo connubio di melodia e innovazione che si manifesta senza appellarsi a revival anni ’80 o ’90 ma semplicemente cercando di scrivere deliziose pagine di musica capaci di rimanerti in testa per ore ed ore.

16 Febbraio: Brescia – LIO Bar
17 Febbraio: Treviso – Zero Branco
24 Marzo: Brescia – Spazio Base 
30 Marzo: Bergamo – Spazio Gate
11 Aprile: Bologna – OFF
12 Aprile: Roma – Sparwasser
13 Aprile: Prato – Camelot 3.0

Annunci