camera237_band2Etichetta: La Lumaca Dischi
Tracce: 7 – Durata: 28:41
Genere: Pop Rock
Sito: Camera237.it 
Voto: 7/10

Forti di un’esperienza ultradecennale, i cosentini Camera 237 giungono al traguardo del quarto album consegnando un lavoro leggero e fruibile che tende a smussare asperità e spigoli in favore di un prodotto che, in un mondo perfetto, sarebbe adatto all’airplay.
Prodotto da Andrea Suriani, The Lie And The Escape  è piacevole pur senza concedere particolari scossoni. Le canzoni si susseguono con molta eleganza lasciando intuire il lavoro di cesello che le ha rese così gradevolmente mainstream, con anche certi riferimenti al vecchio progressive macchiato dal pop rock di classe dei Supertramp , con composizioni di stampo grunge confuse col rock da classifica degli U2 senza vergognarsi di adorare le digressioni pop degli ultimi R.E.M. o dei Placebo.
Una cosa però non riesce a rimanere nascosta ed è una apparente forzatura della band nei confronti di un indirizzo vagamente alieno. Difatti, nelle occasioni in cui mollano i freni inibitori (ad esempio nella coda strumentale di This Time o di Let me in Your Heart) appare evidente che la resa sia migliore quando si appellano a linguaggi più sperimentali tra post rock e psichedelia.

Il tentativo, comunque, andava fatto e le modalità sono certamente di tutto rispetto. Se poi servisse effettivamente a far loro inforcare la strada per emergere dall’underground, non è escluso che si incuriosisca anche il pubblico d’oltre frontiera.

Annunci