vintage_violence_band200Etichetta: Maninalto!
Tracce: 10 –  Durata: 31:04
Genere: Rock acustico
Sito: Facebook
Voto: 7/10

Vintage Violence, solitamente dediti a un punk rock di stampo classico, hanno fatto una piccola scommessa che consiste nel riarrangiare certe loro canzoni usando toni pacati e strumenti principalmente acustici, pur tuttavia imponendosi di tenerne alto il “tiro” punk.
Il risultato, Senza barrè (sottotitolo Piccoli intrettenimenti acustici), è sicuramente un bel tentativo e porta a casa un’ottima idea che, la band ci tiene a sottolinearlo, non corrisponde a un cambio di direzione quanto piuttosto a un modo per provare a vestire di abiti leggeri alcune perle di repertorio. Un’idea per altro validissima anche da giocarsi nei piccoli club ormai sempre meno inclini a ospitare Marshall e distorsori.
Il disco contiene nove pezzi tratti dalle precedenti due uscite del gruppo più un inedito (Finale), che ci consentono di fare attenzione principalmente all’aspetto lirico dei brani che, in questo modo, diventano fruibili anche nel tinello di casa, in versione confidenziale. Certo, conoscere le versioni originali è un vantaggio perché la nuova veste è applicata in maniera da celarne alcuni chiaroscuri per concentrarsi maggiormanete sull’aspetto divertente del cambio di registro ma non è obbligatorio ed, anzi, sono certo che la voglia di confrontare queste con le versioni elettriche, per chi non le conosce, scatterà in automatico.
Col disco, la band regala un plettro e un booklet con testi e accodi di tutte le canzoni (rigorosamente senza barrè!) dimostrando che il fine, sebbene sia riuscito in certi casi molto più che in altri, è piuttosto ludico ed ha poco a che vedere con la seriosità di certi progetti analoghi, illustrando i Vintage Violence come una band capace di mettersi in gioco prendendosi anche le responsabilità dei rischi che ciò comporta.

Annunci