deludoEtichetta: Autoproduzione (The Flying Robert Music)
Tracce: 17 – Durata: 42:44
Genere: Easy Listening
Sito: nelidebandello.wordpress.com
Voto: 8/10

Quando conosci bene un musicista e perfino la persona che c’è dietro, generalmente non riesci a stupirti per le sue scelte artistiche. Perché lo conosci, sai bene o male come si muove e quali sono le sue capacità. Ecco: Nelide Bandello, per quanto tu lo conosca, ti stupirà sempre. Perché è lui prima di tutti a stupirsi delle sue necessità di sperimentare, di trovare strade diverse, buttandosi senza pregiudizi in progetti musicali distanti anni luce dalla prevedibilità. Musica concreta, jazz sperimentale ma anche pop, canzone tradizionale, folk e rock sempre e regolarmente col sorriso sulle labbra di chi in prima battuta si diverte e fa del suo lavoro qualcosa di appagante.
deludo3De Ludo è, fin dal titolo, proprio un disco che Bandello realizza con la leggerezza del diletto ma senza rinunciare a stile e rigore, registrando durante le notti sonnacchiose dello scorso inverno, nell’intima solitudine di casa, imbracciando principalmente la chitarra, occasionalmente il basso, il flicorno, qualche dispositivo elettronico e naturalmente la sua adorata batteria.
nelideNe esce un piccolo gioiello strumentale, che evoca John Fahey, Bert Jansch e Leo Kottke aggiungendo una spruzzata empirica a fare la differenza.
Sedici pezzi (“il diciassettesimo, Sul levriero, non c’è: il cane è fuggito e sta scorrazzando libero da qualche parte”) di una grazia sopraffina, che restano al tuo fianco come amici fidati, senza disturbare ma offrendo conforto efficace e immediato.
Un disco elegante ma sportivo e, come lo definisce il suo autore, semplice che è forse la definizione più calzante che si adatta alla perfezione anche alla facilità di fruizione. 
Disponibile su Bandcamp e in poche preziose copie fisiche in CD (info sulla pagina FB di Nelide).

Annunci