OPN_18Etichetta: Warp
Tracce: 4 – Durata: 14:18
Genere: Elettronica
Sito: pointnever.com 
Voto: 7/10

Love in The Time  of Lexapro è un EP con quattro brani che, differentemente dalla precedenti uscite su singolo inerenti a Age Of, merita un’attenzione particolare perché composto solo di materiale inedito. Ci sono due pezzi mai pubblicati prima e due rework di brani dell’album che Oneohtrix Point Never ha affidato alle illustri mani di Ryuichi Sakamoto e (Sandy) Alex G.
Il brano che dà il titolo al disco dondola tra melodie romantiche e accordi in chiave minore, incarnando con ironia il concetto di amore nel terzo millennio, tra cieli stellati e antidepressivi (Lexapro è il nome commerciale di un farmaco americano a base di Escitalopram, uno dei più diffusi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina). Thank God I’m a Country Girl, gira invece nei meandri del sound stretching destrutturando aristocraticamente una melodia dal sapore orientale.
I due rifacimenti “d’autore” completano l’opera con estrema eleganza e se Last Known Image of a Song, riadattato da Sakamoto appare lievemente più spigolosa della versione originale, rimandando a tratti al periodo più sperimentale del musicista giapponese degli anni ’80, la nuova versione di Babylon, diretta da Alexander Giannascoli, punta ad ammorbidire i suoni, togliendo le texture electro e gli innesti di sitar di Lopatin in favore di una chitarra acustica e una spruzzata d’archi sul finale.
L’edizione fisica è solo in vinile, indispensabile solo per completisti. Tutti gli altri potranno goderne nei canali di streaming, certi di ricevere in cambio un delizioso bignami della miglior musica moderna.

SPOTIFYDEEZERAPPLEMUSIC 

Annunci