feste_antonacciEtichetta:  22D Music
Tracce: 4 – Durata: 20:58
Genere: Pop
Sito: Facebook 
Voto: 7/10

Le Feste Anotonacci sono un duo electro, italianissimo ma di stanza a Parigi. Giacomo Lecchi d’Alessandro e Leonardo Rizzi si sono incontrati nella capitale francese nell’ambito della produzione di musica da sonorizzazione per la pubblicità ed è nata presto un’affinità che li ha spinti a provare a produrre canzoni rendendoli velocemente un piccolo evento in ambito indie-pop.
Il risultato di questa affinità è un EP intitolato Grandi Successi che ha preso forma velocemente, a partire dal buffo e curioso nome scelto per la band che è anche (e soprattutto) un manifesto di intenzioni (“Facciamo musica che potrebbe suonare alle feste di Biagio Antonacci (…) ispirata alle ambientazioni dei video di Biagio, pieni di tipe superfighe vestite di bianco che bevono champagne“). 
L’ispirazione maggiore proviene però da altre sfere e in particolare dall’eterno Lucio Battisti soprattutto quello delle sperimentazioni elettro-funk di Io tu noi tutti, La batteria il contrabbasso eccetera, Cosa succederà alla ragazza alla maniera, volendo citare un altro esempio d’oggidì, di Cosmo.
Le canzoni sono esempi di deliziosa produzione pop che, inevitabilmente date le dislocazioni geografiche, sprizzano italo-disco da ogni poro con un insistente applicazione di french-touch. L’ironica che c’è dietro, percepibile in particolare attraverso i testi, è il punto di forza principale di un’operazione che, se gestita bene, lascia intravedere un futuro più che brillante.
È un peccato che sia rimasta fuori dalla tracklist una canzone, Sigarette, pubblicata individualmente poche settimane dopo l’EP, che sicuramente avrebbe fatto guadagnare un punto in più se fosse stata inclusa al posto della debole autotune-cover di Vacanze romane dei Matia Bazar, davvero mal  riuscita.

Annunci