Siccome bene o male ogni media domani festeggerà i 50 anni di quel 20 luglio 1969, ho deciso fregare tutti postando il mio tributo con un giorno di anticipo. A dire la verità ho fatto poca fatica perché, da buon pigrone, ho riciclato il post che dieci anni fa scrissi per il 40° anniversario dell’allunaggio, rimettendo mano alla grafica di una compilation che realizzai raccogliendo 18 canzoni “con la luna nel titolo”. 
Come già vi dissi allora, è solo un pretesto: non saltatemi al collo reclamando l’assenza di questa o quest’altra canzone, lo so anch’io che mancano Guarda che lunaBlue Moon e perfino Luna Rossa! Il punto è che a voler ben guardare di canzoni con la luna nel titolo ce ne sono davvero troppe. E questo la dice lunga sul potere che quella lampadina in cielo ha sull’immaginario dei musicisti e dei poeti…
Quindi, prendetela così, è gratis e a caval donato non si guarda in bocca e poi mettetela a suonare stasera, magari mentre vi affacciate alla finestra per guardarla.
🙂
Cliccate QUI oppure sull’immagine della copertina qui sotto per il download.

motmman on the moon – r.e.m.
Non potevo che aprire con questo pezzo, che allude alla famosa teoria che l’allunaggio sia stato soltanto un’enorme montatura mediatica.

the killing moon – echo & the bunnymen
beh, un superclassico per quelli della mia età. La prima canzone che mi è venuta in mente pensando alla compilation.

moondance – van morrison
un grande pezzo di Van Morrison. Rifatta nel 2004 da Michael Bublè che ha avuto il merito di farla conoscere anche ai più sbadati

fly me to the moon – frank sinatra
spettacolare standard, dal maestro in persona.

half moon – janis joplin
La mezza luna di Janis ha poco a che fare con la luna vera e propria ma… sempre di “luna” si parla

moon – malika ayane
ayane prima di essere famosa scrisse questo piccolo inno alla luna.

new moon on monday – duran duran
quando io ero giovane questi mie coetanei erano al numero uno delle classifiche. questa era l’unica vera ragione per detestarli. ovviamente conosco a memoria ogni loro singolo brano, incluso questo. 

salga la luna – m’panado
è la cover, scoperta per caso, del brano conclusivo di Patchanka, il primo disco dei Mano Negra. bella era l’originale, bella è questa nuova versione.

harvest moon – neil young
vabbè. neil young. punto

luna (del buon raccolto)– le madri della psicanalisi
quello che canta è il sottoscritto. era il 1994. scusate. 

grapefruit moon – tom waits
un pezzo giovanile di Waits, del suo primo album. Non ancora famoso nel mondo ma già in grado di scrivere pezzi immortali come questo

e la luna bussò – loredana bertè
a rappresentate il pop italiano avrei potuto scegliere “Luna” gi Gianni Togni. Poi ho pensato che, no: ci voleva Bertè declinata reggae.

moonshadow – cat stevens
qui c’entra la mia giovinezza-adolescenza-fanciullezza. ricordi di radio, ascoltata e gracchiante e poi fatta e militante.

io vengo dalla luna – caparezza
così, giusto perché questo pezzo del capa è ancora attualissimo 🙂

walking on the moon – the police
uno dei dischi della mia vita.

how high the moon – ella fitzgerald with charlie parker
trovata per caso, qualche mese fa. spaziale, è il caso di dirlo!

marquee moon (edit) – television
il punk americano nella sua forma più arty. Tom Verlaine all’esordio, un disco e una canzone epocali.

moon over bourbon street – sting
Sting s’è ispirato a Intervista col Vampiro (il romanzo, non il film) e ha fatto un jazz-pop tra i più azzeccati della sua carriera.

Annunci