noau_bandEtichetta: Autoproduzione
Tracce: 7 – Durata: 29:31
Genere: Rock
Sito: Facebook
Voto: 7/10

No Au è un power trio brianzolo dedito a un rock dalle tinte psych che con la cover di Norwegian Wood, messa lì nel mucchio con nonchalance, esprime il proprio manifesto di intenzioni. La canzone dei Beatles, autentico pilastro della psichedelia britannica, nelle mani dei No Au diventa un macigno greve e potente di contemporaneità, che non si cura troppo di essere rispettoso del capolavoro a cui attinge e che, proprio per questo, crea qualcosa di cui sarebbe fiero anche John Lennon.
Be In è un album che rifiuta le regole del moderno, scansa ogni adesione a correnti e tendenze e, di conseguenza, appare fresco e genuino.
Prodotto in completa autonomia dal trio, il disco mantiene quel distacco dalla realtà che una produzione “professionale” avrebbe cercato di limare e si concentra nell’assemblaggio di un suono a tratti davvero ricercatissimo, nella sua apertura alare spiccatamente “live”.
Al sottoscritto rimane il “solito” annoso dubbio sull’uso un po’ datato dell’inglese. Certo che quando la musica si appella così dichiaratamente a modelli britannici la lingua di Albione sembra inevitabile ma, anche proprio per questo, fare un tentativo e provare a convertire in italiano queste stesse canzoni, identiche, potrebbe essere la condotta più sensata per togliere una patina di vago provincialismo che le porterebbe a distinguersi in un mercato indie “nostrano” che mai come oggi appare massificato. Così, in inglese, il disco resta bello, potente e grintoso ma… destinato a rimanere nel mercato sottostante. Ed è un peccato.