ferrosoloBNEtichetta: Riff Records
Tracce: 12 – Durata: 39:56
Genere: Rock
Sito: Facebook 
Voto: 7/10

Annunciato lo scorso anno, in sede di pubblicazione della Parte 1, esce il secondo volume della “inattesa ascesa nonché improvvisa scomparsa di Fernando” (Titolo completo: Almost Mine: The Unexpected Rise and Sudden Demise of Fernando – Part 2) che, fondamentalmente si presenta per quello che promette, vale a dire il seguito, in evidente continuità, delle disavventure di tal Fernando (aka Ferro Solo, aka Ferruccio Quercetti, aka voce e chitarra dei Cut) fatto su base rock blues dalle tinte vagamente Led Zeppelin (Ziggy Pictures) con collaboratori d’eccezione provenienti dal gotha dell’indie rock, rustico e verace, italiano (Davide Montevecchi e Frabbo dei Chow, Salo dei Forty Winks, Sergio Carlini dei Three Second Kiss, Andrea RovacchiUlisse Tramalloni e Luca Giovanardi dei Julie’s Haircut, solo per citarne alcuni).
Se avete sentito il primo volume, in buona sostanza sapete cosa aspettarvi dal secondo, trattandosi proprio di un progetto unico che carico di una formidabile dose di ironia (You Could Have Been my Joan Jett è un titolo che dovrebbe parlare da solo), racconta una bislacca fiaba, disseminata di personaggi inventati e reali senza che si intravedano mai le distanze e le differenze tra essi.
Se vi piace il buon vecchio rock’n’roll, a tinte un po’ scure (nel senso di black music), qui c’è materiale per mandarvi in solluchero, fatto da artigiani della musica indie, tutti con le chitarre a tracolla, senza trucchi, senza inganni, senza autotune né elettronica.