alex-cremonesi-cd-2019Etichetta: Riff Records
Tracce: 17 – Durata: 59:45
Genere: Indie Pop
Sito: Facebook
Voto: 8/10

Anche se La prosecuzione della poesia con altri mezzi è il primo album a suo nome, Alex Cremonesi è un personaggio che gravita nell’ambiente della musica indipendente italiana da molti anni principalmente al fianco di Cesare Malfatti e Mauro Ermanno Giovanardi  nei La Crus ma anche per altre operazioni e progetti come il celebre Milano – A Place to Be, sorto nel 2015 in seno alle manifestazione di EXPO, fino alla poesia col colletivo OP creato con Luca Lagash, MOG, Paolo Grigolli e Thomas Böhm passando per il supergruppo Deproducers (Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia, Max Casacci).
alexcremonesi_bnLa prosecuzione della poesia con altri mezzi è un album il cui concetto viene puntualmente reso esplicito nel titolo e si sviluppa come un lavoro denso di sperimentazione e ricerca, coadiuvato dal supporto di moltissime collaborazioni nate in base a un proposito piuttosto rigido, basato su astrazioni letterarie e musicali riferite alla psicanalisi, gestito con le modalità tipiche dell’arte contemporanea.

Si tratta di un album molto compatto nel quale Cremonesi dirige un nugolo di musicisti (e non) in una sorta di concerto tanto ambizioso quanto riuscito. L’effetto ridondante, che si rischia inevitabilmente affrontando temi e tematiche così ingombranti, è sempre tenuto a margine, al servizio di un lavoro conciliato da una esemplare capacità di sintesi. 

Cremonesi ha convocato gente come Mara Redeghieri, Sarah Stride, Edda, Howie B., Giorgio Prette, Xabier Iriondo e molti altri (elenco completo in calce), tra cui ovviamente gli ex sodali dei La Crus, chiedendo loro di fornire un “sample”, senza imporre alcun vincolo, su cui agire fino a raggiungere delle brevi composizioni, sempre ascrivibili alla musica tonale. Il merito principale di Cremonesi è di essere riuscito a mantenere intatta la personalità di ogni singolo collaboratore pur riuscendo a portare tutto sotto l’egida del suo marchio, imponendo una linea personale che nel contesto generale risulta splendidamente uniforme e congruente.
Corredato di un packaging molto raffinato, confezionato a mano in copie numerate, La prosecuzione della poesia con altri mezzi è un prezioso esempio di moderna canzone d’autore, dove le leggerezze del pop si fa strada nella sperimentazione, consegnandosi a un modo nuovo di divulgare una forma d’arte tanto popolare come la canzone che a quanto pare sa essere ancora smaniosa di mettersi alla prova con rinnovate modalità.

Credits

1. INTERSTIZIO 2
Luca Lezziero – Bienoise
2. DESIDERIO I
Davide Invena – Stefano Giovannardi – Lagash
3. ORFEO 2
Lorenzo Monguzzi – Alessandra Bossa
4. LA PROSECUZIONE DELLA POESIA CON ALTRI MEZZI
Gianluca Secco – Cesare Malfatti
5. DESIDERIO IV 3
Mauro E. Giovanardi – Luca Olivieri
6. LA PROSECUZIONE DELLA POESIA CON ALTRI MEZZI 2
Sarah Stride – Harptical – Riccardo Sinigallia
7. DESIDERIO I 2
Andrea Chimenti – Leziero Rescigno – Lagash
8. ORFEO
Edda – Davide Arneodo
9. INTERSTIZIO 3
Max Casacci – Davide Tomat
10. DESIDERIO IV
Dany Greggio – Stefano Ghittoni – Howie B – Zakary Bernstein
11. LA PROSECUZIONE DELLA POESIA CON ALTRI MEZZI 4
Mara Redeghieri – Noirêve
12. DESIDERIO IV 4
Chiara Castello – Alessandro Commisso
13. LA PROSECUZIONE DELLA POESIA CON ALTRI MEZZI 3
Barbara Cavaleri – Giorgio Prette
14. EURIDICE
Federica Fracassi – Frnkbrt
15. INTERSTIZIO 1
Sonambient – Lory Muratti – Zeno Gabaglio
16. DESIDERIO IV 2
Alessandro Grazian – Fricat – Xabier Iriondo
17. PLEASE, CLOSE YOUR ES
Marcello Maloberti, Adrian Paci, Diego Marcon, Iacopo Bedogni, Nicolò Massazza, Federica Fracassi, Emanuela Villagrossi, Renzo Martinelli, Davide Tomat, Gup Alcaro, Federica DiCarlo, Giuliana Benassi, Matteo Manzini, Mariano Furlani, Olga Savankova, Stefano Canto, Lorenzo Bacci, Alex Cremonesi.