apocalypse_lounge_CDEtichetta: Tannen Records
Tracce: 11 – Durata: 43:08
Genere: Sample, Pop, Lounge
Sito: Pitbellula 
Voto: 8/10

Collettivo nato attorno a Riccardo Orlandi, artefice di quella perla della discografia nostrana che è la Tannen Records, Apocalypse Lounge è un progetto che è arrivato come un lampo a ciel sereno all’inizio di quest’anno, presentandosi come un perfetto e straordinario connubio tra classico e moderno, sacro e profano, rare-groove e easy-listening.
Il lavoro parte da un’idea che ricorda tanto il progetto originario degli US3 quanto quello più specifico dei Lemonjelly di “64-95” e dei primi Thievery Corporation, e si insinua in una linea italiana di straordinario respiro internazionale aapocalypse_lounge_fotolla cui base c’è il lavoro di assemblaggio fatto da Orlandi con sample tratti da vecchie colonne sonore anni ’60 e ’70. In seguito c’è stato il coinvolgimento di un nugolo di collaboratori, che ne hanno compreso l’intenzione rendendogli giustizia, tra i quali il più coinvolto è Giovanni Succi (Madrigali Magri, Bachi Da Pietra…) che, intuendo le potenzialità dell’operazione, ci si è buttato anima e cuore prima scegliendo il moniker per il progetto e poi scrivendo e interpretando buona parte dei testi.

L’album ha così cominciato a prendere forma e ad avere un’identità che pian piano s’è rivelata come una brillante operazione di modernariato futurista che poggia le basi su un patrimonio inestimabile del passato per percorrere le nostre passioni musicali fino ai giorni nostri.
Sottolineando i momenti più significativi (dal jazz all’hip-hop passando per techno, rock, rap con un gran rispolvero del Bristol-sound anni ’90) e arrivando ai tempi moderni con l’esilità che possono permettersi solo i grandi creativi, Apocalypse Lounge guizza come un film dove ogni personaggio incarna un’apparizione onirica di immenso, inestimabile respiro evocativo. E gli attori non scherzano: Nicola Manzan (Bologna Violenta, Ronin), Massimo Martellotta dei Calibro 35, Mingle, Giordano Sartoretti, Dj Argento, Francesca Amati  dei Comaneci senza sottovalutare il prestigioso cameo dei Kill The Vultures di Minneapolis nel numero finale.

Se siete alla ricerca di qualcosa di confortevole che sia in grado di abbracciare il gusto di un ampio spettro di appassionati, Apocalypse Lounge hanno fatto un piccolo miracolo a cui non potrete rinunciare.