bugo_CB_CDEtichetta: Mescal
Tracce: 9 – Durata: 35:07
Genere: Pop Rock
Sito: bugo.me 
Voto: 7/10

Il nuovo disco di Bugo è un lavoro più che dignitoso e la scelta di fare promozione con una partecipazione sanremese sembra ancora la mossa più furba che potesse venirgli in mente, visto che la sua assenza dalle scene dura da qualche anno e un rientro discografico significativo aveva bisogno di una spinta di popolarità come quella. Sulla carta anche quella di partecipare in duetto con Morgan era la scelta perfetta, perché Morgan nonostante sia assente dal panorama discografico da ancora più tempo, è comunque un personaggio molto popolare, polemico e fracassone al punto giusto, antipatico ma pieno di seguaci e dunque anche con il rischio che potesse succedere quello che è successo, perfetto come veicolo.
L’unica cosa che dispiace a noi che eravamo davanti al TV, è di non aver potuto riascoltare Sincero perché era una delle nostre preferite tra quelle in gara. Poco male, visto che Cristian Bugatti è praticamente uscito in contemporanea con la prima serata festivaliera e quindi abbiamo potuto recuperare con lo streaming per scoprire che Bugo ha sviluppato una scrittura perfettamente in linea con le guide del mainstream di oggi, abbinando il pop melodico della tradizione con il rock esile della nuova scena cantautorale del Paese. 
L’album è, per usare un termine vagamente anni ’70, spensierato. Si muove con arrangiamenti assemblati con grande cura, combinati a testi semplici e spesso diretti nei quali Bugo non perde nemmeno l’occasione di fare critica ed autocritica. 
L’ascolto è piacevole, il cantautore sa non poter contare su sfrenatezze o virtuosismi vocali e si concentra su una interpretazione più “teatrale”, affidandosi a scuole classiche (con Lucio Battisti in prima linea, talvolta smaccatamente come nella conclusiva Stupido eh?) e ammorbidendo le intenzioni con anche una collaborazione con uno dei più acclamati autori del nuovo pop di casa nostra, Ermal Meta col quale scrive e interpreta una canzone davvero riuscita (Mi Manca), che ha la giusta dose di gigioneria e che forse avrebbe potuto funzionare a Sanremo altrettanto bene di Sincero ma scartata perché Meta forse non avrebbe accettato di ripresentarsi a Sanremo nuovamente in coppia.
Vabbè, difficile capire quanto davvero fosse programmata la sceneggiata sanremese, sta di fatto che in questi giorni Bugo è sulla bocca di tutti, il suo disco è uno dei più ascoltati delle piattaforme in rete e non succedeva da anni.