americaLatinaEtichetta: Jestrai / Polydor
Tracce: 19 – Durata: 43:31
Genere: Rock, Soundtrack
Sito: verdena.com
Voto: 8/10

Quando Damiano e Fabio D’Innocenzo hanno contattato i Verdena per confezionare la score music del loro ultimo America Latina, la band di Albino si è messa al lavoro su diversi piani. Principalmente si sono ricordati di avere delle registrazioni strumentali, realizzate all’epoca di Wow e mai utilizzate, da sottoporre ai due registi per capire se potessero rappresentare una base da cui partire. Tra questo materiale i D’Innocenzo hanno effettivamente individuato alcune tracce e hanno chiesto alla band di svilupparne le variazioni necessarie a sottolineare i momenti cruciali della pellicola. i Verdena hanno così iniziato a lavorarci ma, diversamente dalle consuetudini, hanno operato proprio durante le riprese per una collaborazione che ha portato la musica e il film nascere e crescere in contemporanea. Questa la ragione per cui il titolo del disco evidenzia il concetto di “ispirazione” che ha condotto alla lavorazione delle musiche come se il film fosse parte dell’arrangiamento.
L’operazione è riuscita su diversi fronti, sia quello squisitamente narrativo, che colloca la musica tra le immagini della pellicola, sia in quello più puramente auditivo, che consente di ascoltare queste variazioni mentre si accendono di luce propria, uscendo semplicemente dagli altoparlanti di casa.
I due temi principali (Scintillatore e Brazil) vengono scandagliati e rimaneggiati in diverse declinazioni, restando però sempre sulla soglia dell’educazione, ponendosi come supporto discreto per le immagini. La cosa sorprendente è che nonostante l’apporto musicale extra diegetico sia inserito nella pellicola in maniera tutt’altro che invadente, l’ascolto del disco riesce a far rivivere le immagini con netta precisione.
Altro elemento che mediamente sorprende (positivamente), è sentire il gusto musicale dei Verdena applicarsi a qualcosa che esula dalle liriche, solitamente molto importanti nella loro scrittura. In questo caso la sostanza musicale è sufficiente a rendere corposa la narrazione, senza nemmeno una parola di testo.
L’album è disponibile in formato digitale e su tutte le piattaforme di streaming oltre in una edizione limitata in vinile che è andata esaurita già nel pre-order scatenando gli sciacalli che lo hanno messo in vendita nei canali in rete a prezzi vergognosi (tra 60 e 500 euro). A questo prezzo, non compratelo.