MERLINWHITEEtichetta: Kutmusic
Tracce: 16 – Durata: 66:24
Genere: Jazz, Sperimentale
Sito: Merlin, Martino
Voto: 8/10

Agli attenti cultori della musica di Miles Davis non sarà sfuggito che il titolo It’s About That Time è mutuato proprio da un brano del trombettista americano di cui Enrico Merlin è studioso e cultore. Il disco, realizzato con il contrabbassista pugliese Pierpaolo Martino è presentato come un tributo a Teo Macero, storico produttore di Davis, e contiene composizioni originali dei due musicisti addizionate di una rilettura di Leonard Bernstein (Somewhere) e di un paio di adattamenti di brani che Miles Davis registrò per il suo In a Silent Way del 1969 (Shhh/Peaceful, It’s About That Time oltre a In a Silent Way che Joe Zawinul aveva scritto per l’album in cui era stato convocato come tastierista).
Merlin e Martino realizzano una squisita suite di forte ispirazione che tiene alla giusta distanza Miles Davis pur mantenendo la dovuta riverenza.
La chitarra di Merlin, guizza tra decine di riferimenti che prendono in causa maestri come John McLaughlin e Bill Frisell, innovatori come Pat Metheny e Robert Fripp e fuoriclasse come Jimi Hendrix e Charlie Haden.
Martino puntella con il contrabbasso per sorreggere tutte le strutture dei brani, addizionandoli di elettronica live, con quasi totale assenza di sovraincisioni.
Quello che ne esce è un lavoro molto interessante che, grazie alla scuola e alle conoscenze dei due musicisti, rilegge il jazz contemporaneo per farlo combaciare con le derive più moderne. per un risultato che esula da ogni classificazione, diventando appetibile tanto per gli appassionati del Miles Davis più ricercato quanto per chi cerca qualcosa di diverso nell’universo sterminato della musica strumentale.