sgaritoCDEtichetta: Autoproduzione
Tracce: 10 – Durata: 51:15
Genere: Ambient
Sito: alessandrosgarito.com 
Voto: 8/10

L’attività principale di Alessandro Sgarito è la fotografia. Il link riportato qui sopra, difatti, porta alla sua pagina personale che si occupa praticamente solo di questo aspetto. La sua vena artistica, però ama spaziare anche in altri ambiti e qualche anno fa l’ha messo in contatto con Stefano Gallone col quale ha dato vita agli Agate Rollings, duo elettronico che produce dell’ottima musica strumentale e di cui ci siamo occupati spesso anche su queste pagine.
Ora Sgarito prova a mettere in piedi un progetto musicale tutto suo e realizza un primo album che ci fa  tenere alta la testa per una proposta davvero ricca di interesse.
Il fatto che ci sia un featuring del sottoscritto non deve farvi pensare che ci sia una sorta di favoritismo nelle parole di elogio che riservo a Il giorno prima perché quando Alessandro (che non conosco ancora personalmente) mi ha chiesto un contributo per uno dei brani dell’album (Laura), non avevo idea di quale fosse il suo intento né, tanto meno, che sarebbe uscito un suo primo album solista. Anzi, a dire il vero, mi ero quasi dimenticato di quella convocazione ed è stata una grande sorpresa l’averla ritrovata in un progetto così squisitamente elegante. Certo, come ho detto, conosco il progetto degli Agate Rollings e con loro è nato un certo gemellaggio con collaborazioni e scambi estemporanei ma qui siamo davvero da un’altra parte: sono dieci composizioni strumentali che si possono ascrivere al verbo dell’ambient ma che si prendono anche il carico di mettere in primo piano la scrittura. Sì perché, se tante volte la musica d’ambiente, compresa quella degli Agate, si sviluppa attorno a texture, droni e loop, in questo caso Alessandro ha lavorato partendo da strumenti di carattere più tradizionale suonando chitarra, basso e tastiere per poi chiamare qualche amico all’occorrenza (Oltre al sottoscritto, Angelo Olivieri alla tromba e Eva Lrk alla voce) realizzando qualcosa che… forse nemmeno lui ha capito quanto sia affascinante.
Il giorno prima esce in autoproduzione, al momento disponibile solo sul canale Bandcamp dell’autore. Qui sotto trovate il player, dove potete ascoltarlo gratuitamente o anche acquistare la vostra copia personale da portare sempre con sé, certi che sarà di conforto quando si sente il bisogno di qualcosa di rassicurante e davvero infinitamente prezioso.

Pubblicità