weller_people_LPEtichetta: Universal
Tracce: 31 – Durata: 100:23
Genere: Pop Rock
Sito: paulweller.com 
Voto: 7/10

Triplo album a prezzo speciale, Will of The People è una raccolta di “extras” di Paul Weller che, così come Fly on The Wall del 2003, mette insieme un po’ di materiale che, da quell’anno in avanti, è stato escluso dagli album ufficiali e rimasto relegato a edizioni carbonare (per DJs), speciali o B-Side.
I progetti come questo, in genere, acquistano valore e senso più o meno in base all’autore in gioco e, bisogna riconoscere che il buon Weller, sia pure tra alti e bassi, in qualità non ha mai lesinato, nemmeno in materia di outtakes.
E infatti questo triplo disco contiene molto materiale interessante che fino ad ora molti appassionati hanno dovuto cercare su rari dischi entrati nell’orbita del collezionismo più estremo e venduti a prezzi esorbitanti.
Ad aggiungere valore all’opera, c’è il fatto che le 31 tracce del pacchetto sono state scelte dallo stesso Paul Weller che le ha messe in ordine con la stessa cura che si usa per un nuovo album. Ma non è tutto perché per ogni brano ha anche scritto note di copertina  in cui descrive la genesi del brano o della registrazione e in qualche occasione anche il motivo per il quale non fosse incluso nella scaletta dell’album del periodo.
Note di copertina “generali” scritte dal buon vecchio John Wilson (giornalista e broadcaster britannico) concludono il pacchetto in modo da rendere Will of The People una raccolta di alto livello, con ambientazioni che ci portano con disinvoltura dal rehearsal-garage (Alone, I Work in The Clouds…) alle piste dei club più esclusivi con remix firmatissimi (Pet Shop Boys, Young Fathers, Richard Fearless…) e gustose cover tra cui una Birthday dei Beatles piuttosto ordinaria e la sua strepitosa rilettura di un classico Soul come How Sweet It Is (To Be Loved by You) che Holland-Dozier-Holland scrissero per Marvin Gaye.
Insomma, un pacchettone destinato ai fans che forse riuscirà a emozionare anche chi pensa a Paul Weller solo come al cantante di una vecchia band di cui non ricorda neanche il nome.

Pubblicità