Etichetta: Forever Loving Originals
Tracce: 11 + 5 + 9 + 10 + 21
Durata: 44:04 + 25:29 + 39:19 + 38:45 + 73:11
Genere: Soul, Etnico, Pop, Funk
Sito: sault.global 
Voto: 8/10

saultmessaggio“Pubblicheremo cinque album il 1° novembre come offerta a Dio. Saranno disponibili gratuitamente per cinque giorni. La password per sbloccare tutti e cinque gli album è nel messaggio. Con amore. Sault X”.

Con questo messaggio, apparso bianco su fondo nero, sulla home page del loro sito, i Sault hanno comunicato l’operazione più incredibilmente efficace per contrastare certe “furberie” del mercato discografico oltre che i disagi causati dalla Brexit alla diffusione della loro musica (un loro LP generalmente viene venduto in Italia a cifre attorno ai 50€).
La cosa incredibile è la qualità di queste 56 tracce tra le quali è davvero un’impresa trovare un brano “minore” o dei riempitivi. Straniante anche la cura con cui ogni album è stato confezionato e gestito come progetto a sé con derive, derivazioni e influenze distinte e precise.
Sault_-_1111 è un disco fondamentalmente soul, figlio della scuola british del rhythm & blues che, a partire dagli anni ’80 ha scatenato un mondo a parte con gente come Soul II Soul, Massive Attack, Coldcut eccetera; AIIR è, come suggerisce il titolo, il secondo volume dell’orchestrale AIR uscito la scorsa primavera; Earth esplora i suoni del Continente Sault_-_EarthNero giocando con precisione con le poliritmie della musica africana; Today & Sault_-_AIIRTomorrow è il più elettrico, suoni grezzi e diretti in un crossover funk-rock di ispirazione 70’s mentre Untitled (God) si esprime con un linguaggio più incline al pop sempre macchiato di nero, con arrangiamenti raffinati che da Isaac Hayes e Staple Singers arrivano al Sault_-_Today_&_TomorrowBrasile di Joao Gilberto. Questo per riassumere con poche parole questa nuova mastodontica offerta del collettivo inglese guidato da Inflo che mette in scena ancora una volta una visione del mondo dalla parte di chi è più fragile tra minoranze, discriminazioni, esclusioni e violenze.
Sault_-_Untitled_(God)Sault non sono una band, sono un concetto attorno al quale gravitano musicisti di varia estrazione per un sincero coinvolgimento nella sua missione divulgativa. Non si esibiscono dal vivo, non rilasciano interviste, rifiutano i canali promozionali tradizionali e vivono esclusivamente attraverso il loro messaggio musicale che spesso, come in questa strepitosa occasione, viene regalato.

Pubblicità